Floriterapia

L’utilizzo del potere terapeutico delle essenze floreali è un’arte antica, comune a molte culture.

Il padre della Floriterapia è Edward Bach (1886-1936) medico illustre che abbandonò molto presto la medicina tradizionale per mettere in pratica la sua grande intuizione: “Quello che va curato è l’essere umano nella sua complessità, non è sufficiente rimuovere i sintomi”.

La Floriterapia è una cura dolce, naturale che utilizza i “fiori” per restituire l’armonia al corpo ed alla psiche del paziente.
I fiori di Bach sono 38 più un rimedio di “pronto soccorso”, ogni essenza riequilibra uno stato psicologico, causa dell’insorgere della “malattia”.
Secondo la teoria di Bach all’origine dei disturbi fisici ci sarebbe una disarmonia tra anima e mente, i “fiori” aiutano a ricreare l’armonia necessaria.
Nel tempo la Floriterapia ha invaso tutto il mondo e sono state scoperte da medici naturopati, biologi e farmacisti le proprietà terapeutiche di fiori che crescono in zone incontaminate, dove è particolarmente alta l’energia solare (Austraulia, California, Alaska  ed India).

Catone scriveva: “Non bisogna cercar di guarire il corpo senza cercar di guarire l’anima”